Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Petrone, controlli e perquisizioni a tappeto a San Girolamo e Libertà

Blitz delle forze dell'ordine nei due quartieri: posti di blocco e ispezioni in circoli privati ed esercizi commerciali, noti per essere luoghi di ritrovo di esponenti della mala locale

Mentre in Questura si continua a lavorare per cercare di fare chiarezza sull'uccisione del 43enne Gateano Petrone, avvenuta domenica sera a San Girolamo, in città scatta il blitz delle forze dell'ordine.

CONTROLLI A SAN GIROLAMO E LIBERTA' - Uomini della polizia e della guardia di finanza per tutta la serata di lunedì hanno battuto a tappeto i quartieri San Girolamo e Libertà, teatro dei recenti episodi di sangue legati ad una ripresa delle attività criminali. Perquisizioni, ispezioni, posti di blocco, controlli in circoli privati ed esercizi commerciali, noti per essere luoghi di ritrovo di esponenti della criminalità organizzata sonostati eseguiti dalle forze dell'ordine fino a notte inoltrata.

LE INDAGINI SULL'OMICIDIO PETRONE - L'operazione è scattata a 24 ore dall'omicidio del 43enne incensurato Gaetano Petrone, barbaramente assassinato domenica sera mentre si trovava a bordo della sua auto, in strada San Girolamo. Petrone è stato ucciso con quattro colpi di pistola - tre al torace e uno alla testa - da due killer che lo hanno affiancato a bordo di uno scooter. Una vera e propria esecuzione in stile mafioso, che lascia tuttavia molti dubbi: l'uomo, infatti, non aveva precedenti penali né era alcun legame con la malavita locale. Nelle scorse ore gli investigatori hanno ascoltato i familiari della vittima alla ricerca di indizi utili. Per il momento nessuna pista è esclusa.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Petrone, controlli e perquisizioni a tappeto a San Girolamo e Libertà

BariToday è in caricamento