Il centrodestra rilancia sul candidato sindaco unico e attacca Decaro con i sondaggi: "Bocciato dai baresi"

L'opposizione critica il sindaco commentando la ricerca effettuata da Tecnè. Sul fronte del nome per la corsa per le Comunali 2019 annunciate novità "entro pochi giorni"

"Pochi giorni" di attesa e dal centrodestra potrebbe essere comunicata la decisione riguardante il candidato sindaco che correrà per le Comunali di Bari 2019. Un'ipotesi confermata dai consiglieri d'opposizione a Palazzo di Città, stamane, nel corso di una conferenza stampa nella quale si è parlato del sondaggio condotto dall'istituto Tecnè di Roma sul gradimento del sindaco Decaro e sugli orientamenti generali di voto dei baresi. Nella ricerca, condotta lo scorso 19 ottobre su un campione di 1000 maggiorenni del capoluogo pugliese, emerge che per il 54,4% del campione la qualità della vita, a Bari, è rimasta invariata negli ultimi anni, con un ulteriore 42,5% che invece ritiene sia peggiorata. Alla domanda riguardante i giudizi su Antonio Decaro, l'8,7% ha risposto 'molto positivi', il 14,7% 'abbastanza' e il 42,6% 'poco' e il 23,4% 'per nulla', con un 10,7% senza opinione.

"Decaro bocciato dai baresi"

Per il centrodestra si tratta di numeri evidenti a sfavore del primo cittadino: "Decaro - spiega Giuseppe Carrieri - è stato completamente bocciato e le sue politiche non vengono ritenute serie dalla maggioranza dei baresi". Secondo Michele Caradonna (FdI), "il sondaggio rileva una gestione cattiva dell'amministrazione cittadina e senza una visione politica. Sono 14 anni che il centrosinistra governa ormai la città ed è responsabile di questa situazione". Stessa opinione anche per il neoconsigliere leghista Michele Picaro: "Questa Giunta - afferma - lascerà una città sporca, insicura e con tasse più alte da pagare. Dove sono state impiegate risorse si è registrato un fallimento".

Candidato unico senza primarie?

Il centrodestra, dunque, attacca a tutto spiano l'amministrazione comunale, e tenta di trovare la quadra sul nome da opporre, dopo settimane di confronto serrato e rimescolamenti nello schieramento: "Crediamo che - annuncia Filippo Melchiorre (FdI) - quando verrà comunicata la decisione, tra pochi giorni, vi sarà una sorpresa che troverà approvazione da parte degli elettori. Il tavolo tra i partiti della coalizione? Stiamo facendo un ragionamento che crediamo possa essere condiviso dai baresi". Una settimana, forse poco più di attesa, per una personalità che potrebbe essere scelta attraverso un consenso dello schieramento, senza passare per le primarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento