rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Maggioranza sotto in Commissione sul Documento strategico del Commercio. Le opposizioni attaccano: "Piano senza coraggio"

La bocciatura, che non è vincolante, non dovrebbe condizionare l'approvazione in Consiglio del Documento, prevista per inizio marzo. Il voto negativo, però, è stata un'occasione, per le opposizioni, di avanzare critiche al testo

E' stato bocciato questa mattina. in Commissione Sviluppo Economico al Comune di Bari, il Documento Strategico del Commercio, atto che disciplina tutte le tipologie di attività commerciale sul territorio cittadino in conformità alle disposizioni della Legge regionale del settore, elencando piani e regolamenti specifici, dalle superfici di vendita alle aree pubbliche autorizzate, fino alle sanzioni per chi non rispetta le norme.

Il Documento, dopo l'approvazione nei giorni scorsi in Giunta, era stato stato presentato in Commissione per un parere non vincolante, prima del passaggio in Aula. La bocciatura è arrivata per 3 voti a 2: contrari il vicepresidente del Consiglio comunale Fabio Romito (Lega) nonché i consiglieri Michele Picaro (Fratelli d'Italia) e Italo Carelli (M5S). Favorevoli, invece, il presidente della Commissione Giuseppe Loprieno (Decaro Sindaco) e il consigliere Francesco Giannuzzi (Con). Assenti la collega di partito di Giannuzzi, Alessandra Anaclerio e il presidente del Consiglio comunale Michelangelo Cavone che, pur essendo componente, di fatto non partecipa ai lavori proprio per il suo ruolo istituzionale.

La bocciatura, che non è vincolante, non dovrebbe condizionare l'approvazione in Consiglio del Documento, prevista per inizio marzo. Il voto negativo, però, è stata un'occasione, per le opposizioni, di avanzare critiche: per il vicepresidente dell'assemblea cittadino si tratta di “un piano senza coraggio, senza visione prospettica e che lascia irrisolti tutti i principali problemi di commercianti e cittadini. Bari è una città che ha sempre vissuto di commercio, per questo non possiamo che respingere un documento senza anima e senza alcuna prospettiva”.

Sulla stessa linea anche Italo Carelli del Movimento Cinque Stelle, per il quale “questo è un non documento, manca principalmente di strategia e contenuto. Rappresenta plasticamente la sciatteria e superficialità con cui “lavora” questa amministrazione. Basti pensare che il documento presentato alla Commissione si limita a riproporre testualmente il contenuto della legge regionale del commercio. È una scatola vuota infiocchettata” . Critico anche il meloniano Michele Picaro: "Non riuscire a guardare oltre il proprio naso è il più grande difetto che questa Amministrazione presenta da sempre. Autoreferenzialità e poca intraprendenza sono sintomo di una giunta impreparata e non all’altezza di una Città importante come Bari. Non vi è una visione, una prospettiva specifica, non ci sono agevolazioni di realtà come via Manzoni o formule per far fronte al periodo post pandemico e per fronteggiare gli aumenti del costo dell'energia che stanno affliggendo le attività commerciali".

Dalla Maggioranza, invece, interviene la consigliera di Con, Alessandra Anaclerio: "In commissione Bilancio questa mattina  - chiarisce - non è stato bocciato il documento strategico del commercio, ma siamo solo stati vittime di un gioco strumentale da parte delle opposizioni, che hanno approfittato della minoranza dei consiglieri comunali di centrosinistra presenti in riunione per far emergere il loro parere, totalmente difforme da quello della maggioranza della commissione. L'assessore Palone - rimarca - ha svolto un lavoro egregio e complesso, iniziato nel 2020 e ripreso dopo il Covid. Il Documento strategico è solo il punto di partenza e non l’arrivo. L’assessore ha coinvolto commercianti e rappresentanti di categoria di tutta la città, trovando sostegno anche in tutti i 5 Municipi. E lo stesso appoggio lo troverà in consiglio comunale, dove saremo pronti e fieri di approvarlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggioranza sotto in Commissione sul Documento strategico del Commercio. Le opposizioni attaccano: "Piano senza coraggio"

BariToday è in caricamento