rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Trivelle e olio, Emiliano duro contro il Governo: "Stanno prendendo un palo dopo l'altro"

Il governatore pugliese ha partecipato all'assemblea dei sindaci contrari alle trivellazioni nell'Adriatico: "Il referendum ha valore politico. Olio tunisino? Scelta intollerabile"

Michele Emiliano ha incontrato questa mattna a Foggia l'assemblea dei sindaci contrari alla ricerca di idrocarburi e trivellazioni nell'Adriatico. 

Il Governatore pugliese ha utilizzato parole forti nei confronti dell'esecutivo guidato da Matteo Renzi: "Il Governo sta prendendo un palo dietro l'altro e questo delle Tremiti è il più grosso che ha preso sulla fronte, dopo aver incassato per la prima volta nella storia d'Italia il referendum delle Regioni che mirava a bloccare le ricerche petrolifere in Adriatico".

Le parole di Emiliano coincidono con l'inizio della campagna referendaria, che secondo il Governatore "ha un valore politico" poiché con esso si chiede al popolo italiano di sapere se pensa che per l'economia nazionale sia indispensabile mettere a rischio un bene prezioso come il mare, importanisisimo sia ai fini turistici che economici..

L'ex sindaco di Bari ha espresso anche le sue perplessità definendo "intollerabile" la decisione di abbassare i dazi sull'olio importato dalla Tunisia in un momento difficile come quello attuale per la Puglia, fortemente danneggiata dall'emergenza xylella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trivelle e olio, Emiliano duro contro il Governo: "Stanno prendendo un palo dopo l'altro"

BariToday è in caricamento