rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Inchiesta Polignano e arresto del sindaco Vitto: tra solidarietà e critiche le reazioni dal mondo pugliese

L'operazione della Gdf ha portato ai domiciliari il primo cittadino, il vice e altre tre persone, nell'ambito di un'indagine sulle assegnazioni di alcuni appalti nella cittadina barese

Sono numerose le reazioni all'operazione di questa mattina della Guardia di Finanza che ha portato all'arresto del sindaco di Polignano, Domenico Vitto, del vicesindaco Salvatore Colella, nonché di altre 3 persone nell'ambito di un'inchiesta sulle assegnazioni di alcuni appalti nella cittadina barese.

"Ho appreso con stupore la notizia del coinvolgimento di Domenico Vitto, sindaco di Polignano a Mare e presidente dell'Anci Puglia - spiega il segretario del Pd Puglia, Marco Lacarra -, nell'indagine su presunti appalti truccati che ha portato questa mattina all'esecuzione di dieci misure cautelari. Conosco Domenico e la sua integrità e per questo sono certo che dimostrerà presto la sua piena estraneità ai fatti contestatigli. Rimettiamo come sempre tutta la nostra fiducia nell'operato della magistratura - prosegue -  auspicando che da più approfondite verifiche possa emergere la condotta retta che ho sempre riconosciuto al Sindaco Vitto dentro e fuori l'ambito istituzionale. Dispiace, infine, costatare che alcuni noti esponenti del centro-destra pugliese non abbiano perso tempo nel commentare la vicenda, vestendo inopportunamente i panni della giustizia sommaria. Restano deprimenti speculazioni - conclude Lacarra - che ancora una volta, malgrado non ne avvertissimo affatto il bisogno, rimarcano le differenze tra noi e certa politica" ha concluso Lacarra.

Dal centrodestra arrivano aspre critiche, a cominciare da Forza Italia: "Non si contano più le inchieste che stanno colpendo il centrosinistra pugliese: l'arresto del sindaco di Polignano a Mare, purtroppo, non è un arresto qualsiasi visto che si tratta del presidente dell'Anci Puglia, in predicato anche di entrare nel Cda di Aeroporti di Puglia su indicazione di Emiliano. Insomma, un esponente di primo piano del centrosinistra pugliese" spiegano il commissario regionale di Forza Italia, Mauro D'Attis e del vice commissario, Dario Damiani, entrambi parlamentari, sull'arresto del primo cittadino di Polignano a Mare, nel barese, per una vicenda di presunti appalti truccati. "Noi siamo e saremo sempre garantisti - aggiungono - ma quanto sta accadendo nella nostra Regione sembra una caduta in verticale di tutti coloro che rivestono ruoli nevralgici nel sistema di potere, gestionale ed istituzionale che ruota attorno alla maggioranza. Sarebbe interessante ed utile sapere che ne pensano Emiliano, Boccia, Lacarra e Decaro: è tutto normale? E evidente che si stia offrendo ai pugliesi uno spettacolo avvilente che merita una profonda riflessione: al centrodestra, oggi, spetta la responsabilità di essere alternativa credibile e seria - concludono gli esponenti di Forza Italia - per restituire alla comunità amministrazioni e governi che operino effettivamente nell'esclusivo interesse della collettività". 

I vicepresidenti Anci Puglia Ettore Caroppo, Massimo Colia e Francesco Zaccaria hanno, invece, espresso "vicinanza umana al presidente Domenico Vitto, certi che saprà dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati. Anci Puglia ripone massima fiducia nell'operato della Magistratura affinché possa fare chiarezza in tempi brevi sui fatti",

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Polignano e arresto del sindaco Vitto: tra solidarietà e critiche le reazioni dal mondo pugliese

BariToday è in caricamento