Cronaca San Girolamo - Fesca

Tentato omicidio di Felice Campanale: in manette Umberto e Saverio Lorusso

I fatti risalgono all'estate del 2012. I due clan si contendevano il controllo delle zone di Fesca-San Girolamo e San Cataldo. le ordinanze sono state eseguite a Bari e Milano

È stata eseguita questa mattina dalle squadre mobili di Bari e Milano l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti Umberto e Saverio Lorusso, entrambi appartenenti al clan Lorusso, attivo nei quartieri di Fesca-San Girolamo e San Cataldo. I due pregiudicati, detenuti rispettivamente nelle carceri di Opera (Milano) e Foggia, sono accusati di tentato omicidio: nel 2012 avevano teso un agguato a Felice Campanale, padre del boss di una famiglia rivale

Quel giorno l'uomo era stato colpito al fianco, alla coscia e alla mano destra, ma era riuscito a scampare all'omicidio. L'uomo però venne freddato circa un anno dopo, il 28 agosto 2013. Le indagini, supportate dalle testimonianze dei collaboratori di giustizia, avevano fatto emergere la lotta serrata tra i due clan per il controllo delle attività di spaccio ed estorsione nel territorio barese, sfociata nel primo conflitto a fuoco del 25 agosto e nel successivo omicidio di Nicola Lorusso, padre del presunto capoclan Umberto, del gennaio 2015.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio di Felice Campanale: in manette Umberto e Saverio Lorusso

BariToday è in caricamento