Politica

Vendola si dimette da deputato: "Resto governatore della Puglia"

Il presidente della Regione critico verso alcuni giornali: "Contro di me una strumentale e infondata campagna di stampa, con menzogne e meschinità sul fatto che avrei potuto sommare emolumenti differenti"

Subito dopo le elezioni, pressato dall'opposizione ma anche dei suoi stessi elettori che si chiedevano cosa sarebbe accaduto in Puglia, Vendola lo aveva detto chiaramente: resterò presidente della Regione fino alla fine del mio mandato.

Un annuncio a cui era poi seguito il rimpasto in giunta, ma non le dimissioni da deputato, tanto da spingere i radicali a presentare ricorso contro Vendola e altri dieci consiglieri regionali pugliesi eletti in Parlamento. Le dimissioni di Vendola da Montecitorio sono invece arrivate oggi, al termine di un incontro di oltre un'ora con Pier Luigi Bersani nella sede romana del Pd.

"Mi sto recando a Montecitorio per formalizzare un atto che già esiste: già in campagna elettorale avevo detto che intendevo restare governatore e vado a formalizzare questo atto", ha annunciato Vendola, il quale ha poi criticato la "strumentale campagna di stampa che mi riguarda". E ha evidenziato che da parte sua non c'é mai stata "nessuna possibilità di sovrapposizione dei ruoli né la meschinità" di cumulare gli emolumenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendola si dimette da deputato: "Resto governatore della Puglia"

BariToday è in caricamento