Politica San Pasquale / Via Quarto

Polemiche su villa Roth, Emiliano a Schittulli: "Comune pronto ad acquisirla"

Il presidente della Provincia: "La proprietà della villa è al centro di un contenzioso con il Comune". La replica del sindaco: "Schittulli vuole cedere la struttura? Noi siamo pronti a prenderla"

Mentre davanti ai cancelli continua la protesta pacifica degli ex occupanti, intenzionati ad impedire che gli accessi alla struttura vengano murati, su villa Roth, in un clima che sempre più risente dell'ormai avviata campagna elettorale per le prossime amministrative, si accende lo scontro politico. Da una parte il sindaco Emiliano, che da subito ha attaccato la Provincia per la scelta "bestiale" della richiesta di sgombero, dall'altra il presidente Schittulli, che si difende precisando di aver "solo denunciato l'occupazione abusiva" e annuncia una querela nei confronti del primo cittadino.

SCHITTULLI: "PROPRIETA' CONTESA" - Ma nello scambio di accuse e polemiche sullo sgombero della struttura che da ormai due anni era stata occupata da un gruppo di senzatetto, migranti, studenti e famiglie rimaste senza casa, è tornata alla ribalta anche la questione della proprietà dell'immobile. Sgombero Villa Roth, Schittulli querela Emiliano
Al momento, ha precisato ieri Schittulli, l'edificio "è stato affidato alla Provincia in attesa", è stato sottolineato, "che la Corte di Cassazione si esprima", risolvendo un lungo contenzioso, su chi sia il proprietario dell'immobile: se il Comune o la Provincia. "Ma - ha aggiunto ancora Schittulli - se il sindaco ce lo chiede glielo diamo oggi stesso".

EMILIANO: "PRONTI AD ACQUISIRE LA STRUTTURA" - La replica del sindaco Emiliano non si è fatta attendere. Oltre a dirsi convinto che la querela della Provincia "finirà in un nulla di fatto", il sindaco ha espresso la disponibilità del Comune ad acquisire l'immobile: "Se la Provincia ci vuole donare l’immobile in oggetto - ha dichiarato Emiliano in una nota diffusa per replicare alle dichiarazioni di Schittulli - noi siamo pronti ad acquisirlo  immediatamente, con l’intento di restituirlo nel più breve tempo possibile alla funzione di luogo di aggregazione aperto alla cultura, al sociale, alla creatività giovanile".

Dalla Provincia, per il momento, nessuna controreplica. Intanto resta il presidio degli occupanti davanti ai cancelli. Ieri alcuni residenti sono tornati ad esprimere solidarietà ai ragazzi del collettivo di Villa Roth. La preoccupazione di alcuni cittadini della zona è che, con lo sgombero e la chiusura di tutti gli accessi, la struttura ritorni ad essere "terra di nessuno", preda dell'abbandono e dell'incuria.

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/sgombero-villa-roth-schittulli-querela-emiliano.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche su villa Roth, Emiliano a Schittulli: "Comune pronto ad acquisirla"

BariToday è in caricamento