Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Comunali, anche Decaro e Barbanente per il dopo Emiliano?

Dopo Pietro Petruzzelli aumenta il numero dei potenziali pretendenti: Elio Sannicandro presto potrebbe annunciare la sua candidatura alle primarie

Alle elezioni manca un anno, ma i tempi per organizzare una campagna elettorale e disegnare  un progetto organico sulla città sono sempre più strettiPietro Petruzzelli ha deciso di rompere il ghiaccio e d'iniziare ad ascoltare cittadini e associazioni per comprendere le priorità d'intervento.

Il giorno delle primarie non è stato fissato, ma nel centrosinistra la discussione sta superando le segrete stanze e nessuno ha più voglia di attendere l'ok delle segreterie. Nel Pd da mesi si parla della possibile candidatura di Antonio Decaro, da febbraio deputato ma sempre considerato come uno dei possibili successori di Emiliano. La segreteria di via Re David sembra immobile  e attende un congresso nazionale che possa fare chiarezza sui futuri equilibri, ma non si potrà aspettare ottobre per dipanare la matassa.  Decaro può contare sul forte consenso che la sua attività sulla mobilita' riscuote in città e, sebbene faccia fatica ad ammetterlo  pubblicamente, non ha mai negato il desiderio politico di poter correre per il ruolo di sindaco.

Da Sinistra Ecologia e Libertà nessuna notizia, anche se il nome in cima alla  lista e' quello dell'attuale vice presidente della Regione Puglia, Angela Barbanente. Anche lei molto apprezzata per il lavoro svolto in quel di via Capruzzi sul versante della riqualificazione urbana. Un altro nome che SeL potrebbe lanciare e' quello di Nicola Laforgia, ex assessore comunale alla Cultura, da mesi in rotta con Emiliano.   

Pronto a ufficializzare la sua candidatura alle primarie è invece Elio Sannicandro, braccio destro del sindaco Emiliano ed assessore all'urbanistica. Sannicandro e' fuori del Pd. Nelle scorse elezioni ha corso con la Lista Emiliano e in questo giro e' assai probabile che decida di raccordare attorno al suo progetto politico un movimento civico largo. Stessa cosa dicasi per Alfonsino Pisicchio, attuale assessore comunale alle aziende municipali, pronto a lanciarsi nella sfida delle primarie.  

Le ufficializzazioni potrebbero arrivare ad horas anche se la mancanza di una data certa per le primarie rende nebuloso il quadro d'insieme. Intanto tra giugno e luglio si capirà se i baresi, nel 2014, andranno a votare anche per la composizione dei Municipi. L'accordo sulle cinque municipalità sembra essere stato trovato, garantendo le autonomie di Carbonara-Ceglie-Loseto e di Palese-Santo Spirito. E chissà che non si facciano anche le primarie per scegliere i sindaci dei piccoli municipi. Sempre che il testo vada in porto. E calcolando le  tensioni recenti tra Consiglio ed Emiliano non è affatto scontato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, anche Decaro e Barbanente per il dopo Emiliano?

BariToday è in caricamento